lunedì 8 agosto 2011

Taralli frolli di Afragola


Mi credete se vi dico che fare colazione con questi bei biscottoni dona una soddisfazione unica? 

IMG_0038fi

Chiamarli "biscottoni" è chiaramente semplicistico, anche perché sono biscotti di grande tradizione e come tali vanno rispettati, ma è stato il modo per spiegare le loro dimensioni che forse in foto non risultano chiare. 
Io so solo che un tarallo di questi, pucciato nel latte la mattina, mi rende la giornata più lieta e potrebbe renderla a voi e ai vostri figli, data la loro genuinità!
Li ho amati da subito, perchè riescono ad assorbire grandi quantità di latte, senza però spappolasi e perdere la giusta consistenza, inoltre mi saziano fino all'ora di pranzo, e questo è fondamentale, non solo per la mia dieta, (essì, ogni tanto mi ricordo di stare a dieta :D) ma soprattutto per quella dei vostri bambini o ragazzi che fra un po' dovranno riprendere la scuola ed avranno bisogno di tanta carica per poter affrontare quelle lunghe mattinate.
In più, semplici e velocissimi da preparare, e questo non è poco!
E' inutile dire che sono veramente ottimi!!! 
Ancora una volta ringrazio la mia dolce Antonia (Rimmel), dato che la ricetta appartiene alla sua famiglia; pubblicata da lei qui su Gennarino

TARALLI FROLLI DI AFRAGOLA di ANTONIA

Ingredienti:
1 kg.di farina 00
500gr di zucchero semolato
200 gr.di strutto (non sostituibile),
4 uova intere+2 tuorli+quello che serve per spennellare,
8 gr.di cremor tartaro,
8 gr.di bicarbonato,
1 tazzina di latte,
la buccia grattugiata di un bel limone a buccia spessa,
1 tazzina di liquore strega o anice.

Preparazione:
Sciogliete il cremor e il bicarbonato nel latte. Disponete sulla spianatoia la farina a fontana, mettete al centro tutti gli ingredienti e mischiate prima con una frusta e poi a mano raccogliendo la farina,lavorate velocemente come per la frolla. Staccate un pezzo di pasta alla volta (il peso dei miei pezzetti andava dai 100 ai 150 gr ) formando dei bastoncini e date la forma a ciambella unendo bene le estremità. Man mano che li formate metteteli distanziati in una teglia coperta di carta forno, spennellate con il tuorlo e cospargete di zucchero.in forno a 180° fino a doratura.


33 commenti:

Mary ha detto...

Belli questi taralli cosi friabili.

ichigo ha detto...

ma che belli!non li ho mai assaggiati,ma spero di farlo presto!

Simo ha detto...

Ti credo! Che spettacolo!!!

Fede ha detto...

Li proverò sicuramente, anche perchè le ricette di Antonia sono davvero una garanzia! :)

Gaia ha detto...

Buongiorno cara Tinuccia!
Ricetta di Antonia??!
Allora posso gia' percepirne profumo e bontà!
un bacione

Colores ha detto...

Ci credo ci credo e vorrei tanto prenderne un paio!!! grazie per la ricetta! un bacio dolce

In cucina ha detto...

Certo che ti credo, ma che bel modo di iniziare la giornata!

Kiara ha detto...

BENTORNATA Tinuccia, mi sei mancata con le tue leccornie! Sei tornata alla grande, in tutti i sensi, con questi biscottoni! Devono essere favolosi! Voglio provarli! Intanto si sa che tu sei una granzia! ;-D Kiss

milena ha detto...

chissà che buni pucciati nel latte alla mattina , ma anchè nel the pomeridiano !

Ombretta ha detto...

ti credo che fare colazione con quei deliziosi biscottini sia una soddisfazione del palato:-) buoni anche a me piacciono! ciao

Dana ha detto...

Ottimi i biscotti della tradizione con quel profumo che si spande anche nelle case dei vicini!

PolvereDiStelle ha detto...

Hai un blog carinissimo e ti seguo volentieri!
Se ti va di dare un'occhiata al mio piccolo mondo,sei la benvenuta!Lo troviqui!

sississima ha detto...

Ci credo, ci credo, ma ci crederei di più se me ne facessi assaggiare almeno uno... :-)) CIAO SILVIA

Fra ha detto...

Credo che con questi biscottoni la giornata inizi decisamente meglio...almeno con un briciolo in più di dolcezza ;)
grazie
Un bacione
fra

Teresa De Masi ha detto...

No, io non ci credo, ci mancherebbe. Non ci credo affatto...;-DDDD

/ma quanti ne ho magnati in vacanza? E poi antonia dice che non ha colpa dei miei 3 chili in più in tre settimane... :-D

lerocherhotel ha detto...

Ti diremmo che ti crediamo sulla parola.... ma ci hai stuzzicati e allora te ne chiadiamo un'infornata tutta per noi per provarli!!!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

grazie a te mia carissima amica e grazie anche all'amiche che hanno lasciato complimenti per me.
antonia

Laura ha detto...

Ciao titina complimenti per questi taralli.....Da oggi sono una tua sostenitrice.....Se ti va passa anche per il mio blog http://ricette-di-cucina-di-laura.blogspot.com/..Ciao a presto

il giardino delle naiadi ha detto...

ho trovato il tuo blog solo ora, perchè essendomi presa l'influenza fuori stagione ho il tempo di navigare, e mi è piaciuto tantissimo. Fra l'altro ho apprezzato il coraggio di usare lo strutto,che in certe preparazioni è proprio indispensabile. Adesso ti metto subito nell'elenco dei miei blog preferiti, che non sono molti. Io ho un blog, non di cucina, ma sulle erbe commestibili e i giardini naturali, dove a volte metto anche le mie ricette con le erbe.
a presto

The Magic Pie ha detto...

ma che buoni! io me li papperei anche ora nel tè
buon weekend!!!

Betta ha detto...

Sono nuova, ma solo nei commenti perchè ti seguo già da un po'!! ;)
I biscotti li ho provati, e sono fenomenali!!! Solo che non ti ho seguito alla lettera, avevo tanta voglia nel provarli che, non avendo lo strutto li ho provati comunque con il burro...anche se non sostituibile!!!
Complimenti per le ricette, buonissime... ;)

Anonimo ha detto...

Ciao, voglio provare a fare questa ricetta il prossimo WE e volevo sapere se lo zucchero previsto per la decorazione finale lo devo sottrarre dalla quantità prevista nella ricetta.
grazie epr le ricette che ci proponi e per l'amore con cui lo fai.
MARINELLA.

Cinzia ha detto...

Sembrano ottimi!!
Ciao
cinzia

Tinuccia ha detto...

Grazie di cuore a tutti!


Betta sono felice:))) Grazie a te sappiamo che sono buonissimi anche col burro!:)

Marinella, ti ringrazio tanto e no, la quantità di zucchero per lo spolvero non va sottratta dalla quantità prevista nella ricetta; devi utilizzare altro zucchero. Fammi sapere, attendo notizie:)

Cuppy. ha detto...

Mmmmm che bontà solo a guardare mi viene una fame :P

Nuova iscritta se ti và passa a trovarmi ti aspetto!

http://cupcakes-site.blogspot.com/ ♥

Anonimo ha detto...

E' si, proprio belli, ma come sono? Tipo i biscotti caserecci?

CONTROTUTTI ha detto...

afragola????...io abito li' vicino...anzi vicinissimo....mangero' presto questi taralli, ho l'acquolina

Gemma Olivia ha detto...

ciao carissima! ma sai che sono veramente belli i tuoi biscottini? complimenti! provero' a farli! un bacione

Natalia ha detto...

"Ecco per te il 2° numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
Per sfogliarlo gratis clicca qui:

http://www.openkitchenmagazine.com/

Puoi seguirci anche su Facebook cliccando qui:

http://www.facebook.com/openkitchenmagazine

Un abbraccio,
il Team di OPEN KITCHEN MAGAZINE

ps: ci farebbe molto piacere se potessi condividere il banner del magazine con tutti i tuoi amici! Per farlo basterà andare sul nostro sito, nella sezione "condividi" e prelevare la copertina del magazine; il link diretto è questo:
http://www.openkitchenmagazine.com/condividi/
Te ne saremmo davvero grati! ^.^"

fausta ha detto...

che belli, li farò, anche se magari non in così grande quantità. Secondo te il liquore è sostituibile con un altro? Non bevo liquori ed in casa ho solo Marsala e Calvados... un po' poca scelta, neh? Potrebbero stare bene con il gusto di queste ciambelle?
Un bacio e grazie

Federica - Pan di Ramerino ha detto...

Taralli così belli...mai visti!!
Nel frattempo ti invito a partecipare al mio nuovo contest sulla cucina toscana! Ti lascio il link: http://pandiramerino.blogspot.com/2011/10/la-toscana-nel-piatto-il-mio-nuovo.html
Ti aspetto!!

PSICOTAXI ha detto...

che meraviglia il tuo blog